Shop

Lo Jura è una piccola regione vinicola nella Francia orientale da cui provengono vini dallo stile tradizionale e molto particolare come Vins Jeunes, Vins de Paille e Macvin.

Filtra i prodotti Mostra tutti 29 risultati
Tipologia
Produttori
Carta dei vini
Filtra per prezzo
Nazioni
Regioni
Annata
Perfetto con
Classificazione
Dimensioni

Clima e territorio

I vigneti dello Jura si trovano nella Francia orientale, tra la Borgogna e la Svizzera, nella cosiddetta regione della Bresse, un territorio pianeggiante adagiato su entrambi i lati del fiume Saona. Le prime viti possono essere scorte quando il terreno inizia a salire verso est e verso un ampio pianoro calcareo.

Il clima è continentale, con lunghi inverni freddi ed estati calde ma più piovose che in Borgogna, regione dalla quale lo Jura dista appena un’ora di macchina. Qui però la sensazione per i visitatori è diversa: la regione dello Jura è infatti più verde e rigogliosa ed è inoltre famosa per la produzione di formaggio.

Gli ettari vitati sono appena 2.000 su di un territorio di 80 km di lunghezza, anche se prima della fillossera del XIX secolo l’area vitata era dieci volte più grande. È dunque la regione vinicola più piccola della Francia ed è adagiata su di un terreno calcareo, ma con sovrapposizioni di argille di varia tonalità che spiegano sia l’ampio numero di vitigni coltivati sia la natura complessa dei tanti vini prodotti.

I vitigni dello Jura

Nello Jura lavorano più di 250 viticoltori che coltivano cinque diverse varietà di uva. I vignaioli dello Jura sono armati di molta pazienza e nervi d’acciaio dato che spesso la vendemmia può durare fino a novembre inoltrato.

  • Pinot Noir. Sia il Pinot Nero che lo Chardonnay vengono da sempre coltivati nello Jura con eccellenti risultati. Tradizionalmente l’uva Pinot era usata più come elemento in una miscela, ma oggi vengono prodotti sempre più vini Pinot Nero puri che sono generalmente di colore chiaro, fragranti e con caratteristiche che rimandano al territorio di origine.
  • Poulsard. Chiamata anche Ploussard, è un’uva a bacca nera con bucce molto sottili con poco pigmento e pochi tannini. I vini sono molto chiari e sono spesso miscelati con un po’ di Pinot Nero per arricchirsi di colore. Si tratta di vini profumati, delicati ed eccellenti quando serviti freschi in abbinamento a salumi, pollame e persino pesce.
  • Trousseau. Trousseau è un’antica varietà antica di uva a bacca rossa che germoglia tardi, sfuggendo così alle gelate primaverili. D’altra parte il suo raccolto è irregolare e la tendenza nello Jura è di sostituirla con il Pinot Noir. Il vitigno Trousseau produce un vino pieno, abbastanza corposo, spesso selvatico, terroso, con sentori di fragola. Nelle annate buone, i vini possono sviluppare molta complessità. Salumi, selvaggina, pollame ed una salsiccia saporita possono essere abbinamenti da provare per questi vini.
  • Chardonnay. Perfettamente adattato ai terreni argillosi pesanti, il vitigno Chardonnay viene ampiamente coltivato nello Jura dando vita a vini di carattere. La loro acidità è più alta che in Borgogna, motivo per cui in genere i vini vengono invecchiati più a lungo in rovere. I migliori esemplari sono vini di genuina complessità e ricchezza. L’uva Chardonnay viene utilizzata come base anche per il sempre più popolare spumante Crémant du Jura.
  • Savagnin: A volte nota come Naturé o Fromentin, il Savagnin è l’uva più famosa dello Jura e responsabile della produzione dei suoi vini più famosi: i Vins Jaunes. Questa antica varietà è imparentata con il Gewürztraminer, uva decisamente aromatica. Il Savagnin si adatta bene al clima e matura molto lentamente e in alcune annate può essere raccolto anche fino a dicembre. Alcuni vini Savagnin vengono vinificati in modo convenzionale, tuttavia la maggior parte dell’uva è riservata alla produzione dei Vin Jaune dello Jura.

Le denominazioni dello Jura

  • Côtes du Jura. Una denominazione onnicomprensiva che copre qualsiasi stile o vitigno e l’intera regione, in particolare i vigneti dell’estremo nord e tutto il sud dove è piantata la maggior parte delle uve Chardonnay. Fanno parte di questa denominazioni i Vin Jaune Côtes du Jura.
  • La splendida cittadina di Arbois dà il nome a una grande denominazione che copre tutti gli stili ma con oltre la metà della produzione dedicata alle uve a bacca rossa ed in particolare al vitigno Poulsard.
  • L’Etoile. Questa piccola denominazione è solo per il vino bianco. Da qui provengono degli ottimi Chardonnay ed un Vin Jaune eccezionale dallo stile fresco e leggero.
  • Château-Chalon. La denominazione prende il nome da uno dei villaggi più belli di Francia e riguarda esclusivamente il Vin Jaune che da queste parti ha un sapore eccezionalmente complesso e persistente ed è anche il più longevo della tipologia.
  • Crémant du Jura. Crémant du Jura è l’AOC nata nel 1995 dedicata ai vini spumanti, sia bianchi che rosati, che possono essere prodotti con qualsiasi dei 5 vitigni dello Jura.
  • Macvin du Jura. L’AOC Macvin du Jura riguarda l’omonimo vino liquoroso Macvin creato con l’aggiunta dell’acquavite Marc du Jura ad una base di vino, che può essere sia bianco, che rosso o rosato. Le uve impiegate vengono vendemmiate molto tardi, quando la concentrazione zuccherina è massima. Si tratta di un vino dello Jura ricco di aromi di mela cotogna e frutta candita, apprezzato sia per il momento dell’aperitivo che come vino da dessert.

I più famosi vini dello Jura

  • Vin Jaune. Il Vin Jaune è ottenuto solo da uve Savagnin vendemmiate molto mature, che passano per un lungo invecchiamento in botti di rovere che può durare oltre 6 anni. L’invecchiamento è aiutato da un velo protettivo formato dal lievito, che impedisce al vino di inacidire e permette che si verifichi il processo conosciuto come ossidazione controllata. Il Vin Jaune dello Jura o Vino Giallo ha per l’appunto un colore giallo dorato luccicante con tocchi ambrati, possiede aromi di pan tostato, mandorla e caramello ed un sapore che rimanda alla frutta secca ed a spezie come curry e zafferano. Questi vini unici e speziati si abbinano molto bene a una vasta gamma di piatti salati, ma soprattutto al formaggio locale comté e al poulet au vin jaune et aux morilles (pollo al vino giallo e spugnole). Sono storicamente imbottigliati in bottiglie da 62cl. chiamate Clavelin.
  • Vins de Paille. La produzione di questo vino dello Jura dolce dai profumi di frutta candita, miele, caramello e marmellata segue un processo ben preciso. I grappoli più maturi di uve Chardonnay, Savagnin, Poulsard e Trousseau vengono fatti appassire per tre mesi sui graticci. Successivamente le uve vengono pigiate e il mosto viene lasciato fermentare per circa tre mesi. Quando raggiunge tra i 14,5º e i 17º gradi alcolici, il vino viene messo in botti dove invecchia per tre anni prima di essere degustato. Anticamente le uve venivano fatte appassire sulla paglia ed è per quello che il vino è conosciuto come Vin de Paille dello Jura. Ottimo vino da dessert per accompagnare dolci a base di crema e pere, si sposa bene anche con i formaggi stagionati ed il foie gras.

I principali produttori ed i migliori vini dello Jura

In un paesaggio punteggiato da una gran quantità di piccoli produttori, fra tutti spiccano alcune cantine, come:

Il Cremant du Jura di Frederic Puffeney a 12,30 euro può essere un ottimo modo per andare alla scoperta di questa denominazione dedicata agli spumanti. Lo stesso produttore propone anche vini Ploussard, Pinot Noir e Trousseau nella stessa fascia di prezzo.

Salendo di livello troviamo i vini Cotes du Jura di Nicolas Jacob il cui prezzo si aggira sui 50 euro, ed il Vieux Macvin du Jura del Domaine Ganevat da provare in particolare a fine pasto mentre si assaggia dolci che contengono miele.

Il Cote du Jura Vin Jaune di Jean François Ganevat è senza dubbio uno dei migliori esemplari di tutta la regione e viene proposto nella confezione classica nota come Clavelin che ha una capacità di 62 cl. Incarna tutto lo spirito di questa particolarissima regione vinicola che si sta imponendo sul mercato mondiale del vino.